0 4 minuti 7 giorni

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


Corruzione in Ucraina, chi ha mai visto vendere le uova a peso? Secondo il ministro della Difesa, lo scandalo delle forniture alimentari destinate all’esercito ed acquistate dallo Stato a prezzi stratosferici – doppi o tripli rispetto a quelli dei negozi – sarebbe un ricamo dei giornalisti malpensanti su un puro errore tecnico relativo alle unità di misura.

Le uova sono uno dei numerosi alimenti toccati dallo scandalo, ma il loro prezzo è da intendersi al chilo, ecchediamine!, dice il ministro: non rispetto al singolo uovo. Il resto, secondo lui, sono chiacchiere volte a minare la credibilità delle istituzioni.

FORNITURE PER 360 MILIONI DI DOLLARI

Tuttavia lo scandalo è enorme e va ben al di là delle uova. Riguarda forniture per circa 360 milioni di dollari. In base a quanto si riesce a leggere sui media rivolti ad un pubblico internazionale, non risulta che il ministro Oleksiy Reznikov abbia trovato unità di misura in grado di fornire spiegazioni per le altre derrate.

Tanto di cappello a Zerkalo Tuzhnia, il giornale ucraino che ha reso pubblica la vicenda. Nonostante il controllo statale sui media, ha pubblicato i documenti relativi all’appalto e i prezzi alle quali si acquistano i generi alimentari per l’esercito.

Zerkalo Tuzhnia è venuto in possesso del testo dell’accordo stipulato lo scorso 23 dicembre 2022 fra il ministero della Difesa e la società Active Company LLC per la fornitura dei generi alimentari all’esercito. La fornitura non comprende il servizio di mensa e cucina. Non riguarda l’approvvigionamento dei soldati mandati al fronte. Sarebbero eventualità, queste, in grado di giustificare alti prezzi. In loro assenza, la pietra di paragone naturale sono i prezzi all’ingrosso. I giornalisti si sono limitati al confronto con i prezzi al dettaglio praticati a Kiev. Il risultato è terrificante.

PREZZI PIÙ CHE RADDOPPIATI

Prezzo di un uovo fornito all’esercito (un chilo di uova, dice ora il ministro): 46 centesimi di dollaro, ossia 42 centesimi di euro. Prezzo di un uovo nei supermercati di Kiev: 18 centesimi di dollaro.

Patate per l’esercito: 60 centesimi di dollaro al chilo. Patate nei negozi: 25 centesimi al chilo. Cosce di pollo per l’esercito: 3,27 dollari al chilo. Cosce di pollo nei negozi: 2,18 dollari al chilo.

L’Ucraina fa questo costoso shopping anche coi soldi nostri, nel senso che senza gli aiuti europei ed occidentali lo Stato sarebbe fallito.

ACCUSE DI CORRUZIONE IN UCRAINA E DIMISSIONI

Lo scandalo delle derrate alimentari per l’esercito è emerso mentre varie teste rotolano, spesso per accuse o sospetti di corruzione in Ucraina. Oggi, martedì 24 gennaio 2023, si sono dimessi Kyrylo Tymoshenko, consigliere del presidente Zelensky; il sostituto procuratore generale Oleskiy Symonenko; quattro viceministri, compreso quello della Difesa; i governatori regionali di Dnipropetrovsk, Zaporizhzhia, Kiev, Sumy e Kherson.

Forse un fuggi fuggi nel tentativo di salvare quel che resta della verginità, o per essere in grado di rifarsi la verginità in un domani: sui campi di battaglia, l’Ucraina è in ritirata. Forse il desiderio di accontentare l’Unione Europea, che ha inserito la lotta alla corruzione fra le condizioni per i suoi prestiti, per il resto tese ad assicurare un ordinamento neoliberistico.

Tuttavia c’è anche una terza possibilità. Nella corrotta Ucraina, chi resta in sella non è necessariamente immune da macchie. Può anche darsi che sia in grado di ricattare e di minacciare rivelazioni a proposito degli scandali altrui.

GIULIA BURGAZZI

 

 

 

 



Source link

Lascia un commento

Leggi anche