0 2 minuti 1 anno


Il 4 aprile 2012, in piazza Sintagma nel centro di Atene, Dimitris Christoulas, un farmacista in pensione di 77 anni, si spara con un colpo di pistola. Lascia un biglietto con scritto “non mi uccido, mi stanno uccidendo”. Christoulas è solo una delle centinaia di vittime delle politiche di austerità in atto in Grecia da quasi un decennio. Il vero volto del neoliberismo che ha portato nella povertà milioni di cittadini greci, gettando il paese in un buco nero da cui non riesce più a riprendersi.

See More





Source link

Lascia un commento

Leggi anche