0 10 minuti 2 mesi


Smart Defender SD 2 “Food Protect”: fare la spesa può essere un’esperienza terrificante, se dai un’occhiata più da vicino ai prodotti. I produttori sono obbligati a annotare tutti gli ingredienti sull’etichetta.

Chiunque legga cosa può esserci in una salsiccia di fegato o in una bibita – e soprattutto in piatti pronti come la pizza, per esempio – rimarrà stupito. di Norbert Heuser

Puoi leggere molti degli ingredienti, ma non sai cosa sia veramente. Ad esempio, il conservante “acido ascorbico” è un nome chimico appropriato.

Ma puoi comprare le stesse cose della “Vitamina C” in farmacia. Ma non è ancora la stessa della vitamina C naturale che, in combinazione con gli innumerevoli componenti di accompagnamento in frutta e verdura, ha un effetto completamente diverso nel nostro corpo rispetto all’acido ascorbico nudo, che è un componente principale della vitamina C.

Chiunque riesca a leggere la minuscola scritta ovunque sull’etichetta posteriore scoprirà presto che molti preparati contengono olio di palma. Ad esempio, una crema di torrone alle noci molto apprezzata.

Ha un buon sapore, si scioglie bene in bocca e, soprattutto, costa poco. Ma non è salutare. E soprattutto, a questo scopo, vengono disboscate le foreste primordiali e piantate queste monocolture di palme, che erodono il suolo, non danno più dimora agli animali selvatici e ne favoriscono l’estinzione. Ma – come ho detto – non è neanche un grasso salutare. Ma questo è solo un esempio.

Chiunque riesca a leggere la minuscola scritta ovunque sull’etichetta posteriore scoprirà presto che molti preparati contengono olio di palma. Ad esempio, una crema di torrone alle noci molto apprezzata.

Ha un buon sapore, si scioglie bene in bocca e, soprattutto, costa poco. Ma non è salutare. E soprattutto, a questo scopo, vengono disboscate le foreste primordiali e piantate queste monocolture di palme, che erodono il suolo, non danno più dimora agli animali selvatici e ne favoriscono l’estinzione. Ma – come ho detto – non è nemmeno un grasso salutare. Ma questo è solo un esempio.

pubblicità nativa

I cinorrodi sono molto ricchi di vitamina C. Hanno il più alto contenuto di tutti i nostri frutti e bacche autoctoni. A proposito, aiutano anche con le malattie del tratto urinario. Inoltre, c’è un contenuto estremamente elevato di vitamina A, alcune vitamine delle classi B ed E e molti antiossidanti. Devi spiegare che questo è un alimento molto migliore di una compressa frizzante con l’acido ascorbico chimico? Puoi comprare tè alla rosa canina, succhi di frutta, marmellate e gelatine. Nel sud della Germania vengono utilizzati per preparare deliziose zuppe e salse.

Alcuni alimenti affermano di contenere un componente molto importante, per lo più aromatizzante, che non è presente in essi e il cui aroma può essere ottenuto solo attraverso un’ampia cucina chimica, come si può vedere qui nel video di 11 minuti, che è molto divertente . Lo sviluppatore alimentare Sebastian Lege è l’orrore di tutti i produttori dell’industria alimentare:

Gran parte dell’elenco degli ingredienti si legge come reagenti di un laboratorio di chimica, e in linea di principio sono: agenti complessanti, emulsionanti, coloranti, stabilizzanti del colore, conservanti, esaltatori di sapidità, sali di fusione, regolatori di acidità, agenti separanti, gas protettivi, addensanti, umettanti , agenti di rivestimento … solo alcune categorie da chiamare.

E sotto ognuno di essi ci sono a loro volta diverse sostanze chimiche che producono questi effetti. Queste sono solo sostanze chimiche che rientrano nei “valori di tolleranza”. Il che significa che in questa dose non sono direttamente dannosi. Ma non mangiamo solo un alimento al giorno e non è nemmeno noto come i singoli aiuti e le sostanze chimiche reagiscano tra loro nel nostro corpo e nel nostro metabolismo.

Non abbiamo ancora finito. La maggior parte degli alimenti a base vegetale contiene residui dei pesticidi prima di essere lavorati, ovvero i pesticidi con cui vengono spruzzati in modo che appaiano belli e allettanti perfetti e non contengano segni di alimentazione, punti neri, piccoli bruchi nel nucleo o storti e danni precoci sono cresciuti storto.

In particolare, impediscono che una parte del raccolto venga distrutta da pidocchi, bruchi o simili. Lo sterminio dei parassiti significa che queste creature vengono uccise e questo veleno per ucciderle rimane in parte sopra e nella pianta quando diventa cibo. Esistono anche erbicidi che dovrebbero impedire la diffusione delle erbe infestanti nel campo.

Il più noto di questi è il glifosato. È fortemente sospettato di promuovere lo sviluppo del cancro. I tribunali amichevoli dell’attore negli Stati Uniti hanno assegnato al custode Dewayne Johnson $ 290 milioni di risarcimento per il dolore e la sofferenza, che ha citato in giudizio per essere più devastante Cancro dal diserbante “Roundup” oppure il glifosato in esso contenuto (da Monsanto), con il quale era costantemente impegnato nella manutenzione delle aree verdi.

Anche altri due querelanti, Alberta e Alva Pilliod, hanno combattuto risarcimento per il suo cancro al glifosato. Prima a $ 2 miliardi, che è stata abbassata a $ 86,7 milioni in seconda istanza.

Sono un sacco di soldi, ma a che serve essere divorati dal cancro e condannati a morte?

Ma ci sono molti più veleni di quello.

Negli alimenti per animali abbiamo spesso residui di farmaci, per lo più antibiotici, che hanno lo scopo di prevenire le perdite dovute a malattie tra la popolazione animale. Spesso anche farmaci antiparassitari che prevengono l’infestazione da vermi e simili. In particolare, mangiamo mezza farmacia con carne di maiale del supermercato – e le droghe hanno quasi esattamente lo stesso effetto su di noi perché gli “onnivori” hanno un sistema cardiovascolare e un peso molto simili ai maiali.

Continuo ad attirare l’attenzione su queste cose nei miei seminari e workshop, in cui illumino molti argomenti di cui alcuni non sono nemmeno a conoscenza – o almeno non sono a conoscenza. E mostro soluzioni. Alcuni sono molto facili tralasciando alcune abitudini che sono per lo più sconosciute dannose. Altre, semplici abitudini, invece, possono, a lungo andare, rafforzare la nostra salute e consentirci di far fronte ai fattori nocivi ancora presenti nel nostro ambiente di vita industrializzato.

Ad esempio, una cosa è l’acqua buona, pulita e naturale. Questo è un elemento costitutivo che ho riassunto nei decenni di esperienza che ho come consulente sanitario di successo in un documento conciso ma mirato chiamato “6 Management Steps to Health”. Se sei interessato, puoi partecipare ai miei seminari durante il mio tour europeo di ottobre/novembre.

Alimentazione sana, naturale e dalle materie prime, verdure fresche, frutta fresca, che vuole anche carne di animali allevati naturalmente – cioè non da una confezione di plastica ermetica come massa di saturazione multiprocesso con conservanti, coloranti, agenti strutturanti, aromi e aromi potenziatori è molto, molto importante.

Sì, ci sono cibi biologici! È vero, ma purtroppo i campi biologici, le stalle e i mangimi per animali non possono più essere completamente privi di tali inquinanti ambientali, che purtroppo sono ormai diffusi ovunque. Ovviamente è molto meno che negli alimenti convenzionali e più rigorosa è l’etichetta biologica, meno sostanze nocive contengono normalmente. L’etichetta biologica “Demeter” aderisce alle linee guida più rigorose.

Dall’omeopatia, spesso derisa, ma comunque molto efficace (anche con animali che non “immaginano” nulla), sappiamo che tutto quello che c’è ha una sua vibrazione, una sua frequenza. È lo stesso qui, con le sostanze nocive nel cibo. Ognuno ha una propria frequenza che è identificabile e misurabile.

Norbert Heuser ha un team altamente qualificato che costruisce attrezzature, che hanno memorizzato e compensato le importanti frequenze dannose, per così dire impostate a “zero”. Funziona in modo simile alle “cuffie a cancellazione di rumore, che producono la controfrequenza acustica ai rumori esterni quasi contemporaneamente e la portano a zero utilizzando le leggi dell’interferenza. Non è un miracolo, è fisica.

Sappiamo tutti il ​​contrario: quando il microfono riprende le frequenze sonore degli altoparlanti e le rimanda all’altoparlante, in modo che le frequenze si accumulino – questo si chiama feedback – il fischio sempre più forte e acuto è insopportabile.

In linea di principio, il dispositivo che Norbert Heuser dimostra qui in una conversazione si basa sulla modalità di azione della frequenza del contatore. Non è possibile “cancellare” queste frequenze. Sono lì, vengono emessi e bisognerebbe distruggere completamente il cibo per “estinguere” la sua frequenza.

Ma, per dirla semplicemente, puoi impostarlo su “zero” usando l’esatta frequenza del contatore, come spiega il disegno sopra usando le cuffie che filtrano il rumore di fondo. Le cuffie però devono prima riconoscere le frequenze acustiche in ingresso in modo da generare la controfrequenza che “azzera” il rumore, in modo che avvenga sempre con un certo ritardo. E poiché ci sono costantemente nuovi rumori che cambiano anche, le cuffie funzionano bene, ma non perfettamente.

Lo “Smart Defender SD2 Food Protect” è già impostato sulle frequenze di contrasto alle frequenze dannose. Li riconosce e sa “rispondere” perfettamente. In realtà è molto semplice. Una soluzione assolutamente geniale.

Se vuoi saperne di più, puoi contattare lo stesso Norbert Heuser:

Pagine web:
http://www.protectpro.info
http://www.hienergy.info
Contatto:
IPC Europe UG
Telefono: 07221 – 408 4001
E-mail: ipceuropeug@gmail.com

Fonti: PublicDomain /schildverlag.de il 26/09/2021

pubblicità nativa

Scopri tutto di te con il test del DNA più completo

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche