0 3 minuti 1 settimana


Kaylee Goncalves con il suo cane

L’assassino dell’Idaho conosceva le sue vittime?

Un cane è stato trovato vivo e illeso sulla scena del crimine la mattina in cui i quattro studenti assassinati sono stati scoperti da un coinquilino all’interno della casa situata accanto all’Università dell’Idaho.

Secondo un membro della famiglia di una delle vittime, Kaylee Goncalves condivideva il cane con il suo ex fidanzato.

Secondo le forze dell’ordine, non sanno se il cane stesse abbaiando o meno.

DI TENDENZA: Udienza di nove ore tenutasi nella contea di Delaware dopo che i funzionari hanno deviato dal centro di conteggio in un edificio chiuso per 6 ore il giorno delle elezioni

I due coinquilini sopravvissuti erano al 1° piano/seminterrato e hanno dormito durante gli omicidi, secondo la polizia.

L’assassino che accoltellato quattro studenti dell’Università dell’Idaho sono ancora latitanti e la polizia non ha ancora un’arma.

L’identità degli aggressori non è ancora nota.

I quattro studenti deceduti sono stati identificati lunedì: il ventenne Ethan Chapin di Conway, Washington; Madison Mogen, 21 anni, di Coeur d’Alene, Idaho; Xana Kernodle, 20 anni, di Avondale, Arizona; e la 21enne Kaylee Goncalves di Rathdrum, Idaho.

Le altre due coinquiline che erano a casa durante gli omicidi stanno collaborando con le forze dell’ordine e non sono state coinvolte negli omicidi.

Non ci sono stati ingressi forzati e la sorella di uno degli studenti uccisi ha detto che molte persone conoscevano il codice della tastiera della porta d’ingresso.

Le autopsie, che sono state completate giovedì scorso, hanno rivelato che ogni vittima è stata pugnalata più volte e non c’erano segni di violenza sessuale.

Probabilmente tutte e quattro le vittime stavano dormendo al momento dell’attacco, ha riferito KREM.

C’erano ferite da difesa su almeno uno dei corpi della vittima.

Secondo la CNN, le vittime sono state trovate al secondo e al terzo piano della casa.

Era anche rivelato questo settimana in cui Kaylee Goncalves ha chiamato più volte il suo ex ragazzo tra le 2:30 e le 3:00 poco prima degli omicidi.

La madre di Goncalves ha insistito sul fatto che l’ex fidanzato di sua figlia, Jack, non avesse nulla a che fare con gli omicidi.

“Jack è sconvolto quanto noi. Jack è la nostra famiglia. Jack è al 1.000%. 2.000% la nostra famiglia, e Jack è con noi, e noi siamo dietro di lui al 100%”, ha detto Kristi Goncalves al presentatore Lawrence Jones.

“Lo stiamo sostenendo e sappiamo nei nostri cuori, nelle nostre menti, nelle nostre anime e nel profondo della nostra anima, Jack sta soffrendo”, ha continuato. “Kaylee e Jack alla fine si sarebbero sposati. Alla fine si sarebbero sposati e alla fine avrebbero avuto dei figli.

Altro da Buongiorno America:





Source link

Lascia un commento

Leggi anche