0 3 minuti 1 settimana

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


L’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden riprenderà l’elaborazione completa dei visti di immigrazione per i cubani per la prima volta dal 2017, affermando che spera di facilitare la “migrazione ordinata” negli Stati Uniti e aiutare a riunire le famiglie separate dai confini nazionali.

L’Ambasciata degli Stati Uniti a Cuba annunciato la mossa di mercoledì, annullando una decisione del 2017 dell’ex presidente Donald Trump di sospendere l’elaborazione completa dei visti per i cittadini cubani.

“Coerentemente con i nostri impegni ai sensi della Dichiarazione di Los Angeles sulla migrazione e la protezione per facilitare una migrazione sicura, ordinata, umana e regolare, gli Stati Uniti annunciano oggi un’espansione dei percorsi regolari a disposizione dei cubani che desiderano venire negli Stati Uniti e un aumento nel personale dell’ambasciata americana all’Avana”, si legge in una nota, osservando che l’elaborazione dei visti riprenderà all’inizio del 2023.

L’amministrazione Biden aveva già iniziato a esaminare un numero limitato di domande di visto cubane all’inizio di quest’anno, ma l’ultima mossa accelererà il ritmo del processo. Inoltre, i cubani che desiderano ricongiungersi con i familiari non dovranno più recarsi in Guyana per i loro colloqui, come richiesto dalla Casa Bianca di Trump.

Segue la decisione colloqui sull’immigrazione tra funzionari statunitensi e cubani ad aprile, quando le due parti hanno discusso l’attuazione degli accordi di migrazione USA-Cuba, in base ai quali Washington ha accettato di accettare un minimo di 20.000 migranti cubani all’anno, senza contare i parenti stretti dei cittadini statunitensi.

Le relazioni tra i due paesi sono oscillate negli ultimi anni, con l’ex presidente Barack Obama che ha allentato un blocco decennale su Cuba prima del mandato di Trump, che era molto più ostile nei confronti dell’isola governata dai comunisti.

Il numero di cittadini cubani che cercano di entrare negli Stati Uniti è aumentato drammaticamente nell’ultimo anno, vedendo circa 200.000 processati dai funzionari di frontiera statunitensi, un aumento del 400% rispetto al 2021, secondo statistiche del governo.

Alex Jones ha esposto come il Le iniezioni di COVID causeranno sintomi simili alla poliomielite più di un anno fa.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche