0 4 minuti 3 mesi

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


Un certo numero di legislatori conservatori statunitensi hanno ripetutamente segnalato la loro disponibilità a portare articoli di impeachment contro il presidente Joe Biden se i repubblicani riconquisteranno la maggioranza alla Camera dei rappresentanti nell’8 novembre a metà mandato.

Presidente degli Stati Uniti Joe Biden sembra aver riconosciuto che i repubblicani che potrebbero prendere il controllo del Congresso nelle elezioni di medio termine della prossima settimana potrebbero portarlo all’impeachment.

In un discorso ai suoi sostenitori a San Diego, Biden ha detto che “gli era già stato detto se loro [GOP members] riconquisteranno Camera e Senato, lo faranno [sic] metterlo sotto accusa”.

“Non so cosa diavolo faranno [sic] accusami per. Non sto scherzando. Di recente hanno detto “dovremmo smettere di parlarne fino a quando non vinciamo”, ha aggiunto.

Ciò ha fatto seguito alla repubblicana n. 3 della Camera Elise Stefanik che ha detto ai media statunitensi all’inizio di questo mese che i legislatori del GOP potrebbero decidere di mettere sotto accusa il 46° presidente l’anno prossimo dopo aver sondato le attività di consulenza estera della sua famiglia e la sua richiesta “illegale” che l’OPEC+ ritardasse i tagli alla produzione di petrolio fino a dopo il medio termine elezioni.

Il presidente della Conferenza repubblicana della Camera ha affermato che “quando c’è un abuso di potere eclatante e alti crimini e delitti, significa che tutto è sul tavolo”. Stefanik ha insistito sul fatto che la richiesta della Casa Bianca relativa all’OPEC+ è stata “un’azione molto eclatante, inappropriata e illegale da parte del presidente”.

“Sono molto preoccupato per questo, ma non mi sorprende. I Democratici sono assolutamente disperati. È illegale e sarà preso in considerazione”, ha affermato Stefanik.

Le osservazioni sono state precedute dal repubblicano della Camera Bob Good che ha sottolineato di aver “coerentemente affermato che il presidente Biden dovrebbe essere messo sotto accusa per aver aperto intenzionalmente il nostro confine e aver reso gli americani meno sicuri”. Secondo lui, “il Congresso ha il dovere di ritenere il presidente responsabile di questo e di qualsiasi altro fallimento delle sue responsabilità costituzionali, quindi una nuova maggioranza repubblicana deve essere pronta a condurre in modo aggressivo la supervisione fin dal primo giorno”.

Un recente sondaggio YouGov ha rivelato che almeno il 27% dei “cittadini adulti” statunitensi si aspetta che un Congresso guidato dai repubblicani metterebbe sotto accusa Biden, un’opinione condivisa da un numero più o meno uguale di repubblicani e democratici, rispettivamente il 32% e il 29%.

L’anno scorso una schiera di legislatori del GOP ha accusato Biden di “alti crimini e reati minori” e lo ha incolpato per una serie di fallimenti politici, tra cui il caotico ritiro degli Stati Uniti dall’Afghanistane la crisi dei migranti che affligge il confine meridionale degli Stati Uniti con il Messico.






Source link

Lascia un commento

Leggi anche