0 4 minuti 11 mesi

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

L’amministrazione Biden è alla ricerca di un appaltatore privato per gestire una struttura di detenzione per migranti presso la base navale statunitense di Guantanamo Bay, a Cuba, secondo Notizie NBC, citando registri governativi.

Un requisito: alcune delle guardie devono parlare spagnolo e creolo haitiano e l’appaltatore stesso deve essere in grado di costruire strutture abitative temporanee.

“Il fornitore di servizi sarà responsabile di mantenere in loco le attrezzature necessarie per erigere strutture abitative temporanee per le popolazioni che superano i 120 e fino a 400 migranti in caso di sovratensione”, si legge nella richiesta di contratto.

Una struttura di detenzione di immigrati poco conosciuta nella base ha una capacità di 120 persone, affermano i registri, e “avrà una popolazione giornaliera stimata di 20 persone”, secondo una richiesta di offerte emessa venerdì dal Dipartimento per la sicurezza interna.

I registri non hanno fornito alcuna indicazione che l’amministrazione Biden stia pianificando di trasferire i migranti dal confine meridionale a Guantanamo Bay. Nel recente passato, migranti prelevati in mare vi sono stati alloggiati per brevi periodi. -Notizie NBC

Cosa diranno i Democratici?

Alla fine del 2019, l’allora anonimo funzionario del DHS di Trump, Miles Taylor, ha affermato in un libro che Trump proponeva di inviare migranti a Guantanamo, portando a una raccolta di perle di massa a sinistra sul presidente “disumano” che era anche arancione e cattivo.

Cosa diranno adesso?

La storia di Gitmo sull’alloggio degli immigrati

All’inizio degli anni ’90, durante l’amministrazione di George HW Bush, ben 12.000 haitiani in cerca di asilo in Florida furono inviati alla struttura di detenzione di Guantanamo Bay supervisionata dall’allora procuratore generale William Barr. A quel tempo, i sostenitori degli immigrati hanno affermato che la politica è stata guidata in parte dal fatto che alcuni haitiani erano sieropositivi, secondo il rapporto.

“È molto preoccupante che l’amministrazione possa prendere in considerazione l’utilizzo di Guantanamo per detenere richiedenti asilo haitiani o altri, secondo Wendy Young, presidente del gruppo di difesa degli immigrati Kids in Need of Defense, che ha aggiunto: “È di nuovo un senso di déjà vu .”

Secondo Young, Guantanamo “è stata utilizzata nei primi anni ’90 e si è rivelata molto carente in termini di fornitura dei servizi di cui le famiglie e i bambini migranti hanno urgentemente bisogno, compresa la rappresentanza legale” e “Invece di inadempiere a una risposta delle forze dell’ordine basata sulla deterrenza, il l’amministrazione dovrebbe invece essere all’altezza del nostro obbligo legale ed etico di consentire agli haitiani di richiedere asilo. Le condizioni ad Haiti sottolineano quanto sia essenziale”.

La nuova richiesta di contratto del DHS afferma che l’offerente vincitore dovrebbe fornire tende e lettini e che “l’appaltatore deve essere in grado di averli assemblati e pronti con poco preavviso”, aggiungendo: “Inoltre, il fornitore di servizi deve mantenere un elenco di almeno 50 persone che soddisfano i requisiti minimi della classificazione del lavoro di agente di custodia disarmato e hanno un piano di emergenza praticabile per schierare queste persone entro 24 ore dalla notifica.

“Almeno il 10% del personale potenziato deve essere fluente in spagnolo e creolo haitiano. Il trasporto aereo da/per la struttura è di esclusiva responsabilità del fornitore del servizio”, si afferma nel contratto.

AOC condannerà i nuovi figli in gabbia di Biden – edizione isola?

Alex Jones e Tim Enlow unisciti allo spettacolo per informare gli ascoltatori sulla situazione in rapido deterioramento al confine tra Texas e Messico.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche