0 2 minuti 1 mese


Non solo la richiesta di condanna a sei anni e quella di confisca di 10 milioni e 800mila euro: nell’ambito del processo Ruby Ter, a Silvio Berlusconi e agli altri imputati viene chiesto anche un “risarcimento a favore della presidenza del Consiglio” con una “provvisionale di risarcimento da 10 milioni di euro per la corruzione in atti giudiziari e di 500mila euro per le false testimonianze”. La richiesta – come riporta La Repubblica – è arrivata dalla presidenza del Consiglio, che il leader azzurro ha guidato per tre volte, tra il 1994 e il 2011, e che nel processo si è costituita parte civile.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic QUI

L’avvocata della presidenza Gabriella Vanadia in aula ha parlato di “discredito planetario” per la vicenda. Poi ha aggiunto che quella cifra, 10 milioni di risarcimento, è stata calcolando sommando “una pluralità di elementi”: il primo sarebbe rappresentato dall’entità della corruzione di cui Berlusconi e gli altri imputati sono chiamati a rispondere in questo processo; il secondo avrebbe a che fare con la notorietà dei soggetti coinvolti, come Berlusconi in primis ma anche la senatrice Mariarosaria Rossi; mentre il terzo elemento riguarderebbe il “clamore ineguagliabile della vicenda a livello mondiale“. 

Per questi motivi, secondo la Vanadia, l’ex premier avrebbe gettato un enorme “discredito planetario” sulle istituzioni italiane, a partire da quella che aveva guidato. Riferendosi al Cav, tra l’altro, la pm Tiziana Siciliano avrebbe usato espressioni come “da amico di Putin a grande anziano”. 

Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

Let's go Brandon Anti Biden Trump T-shirt

VISITA ORA



Source link

Lascia un commento

Leggi anche