0 2 minuti 12 mesi


Non è solo nella Cina comunista o nelle dittature autocratiche dell’Asia centrale che Internet e i relativi servizi di messaggistica vengono censurati e disattivati. Anche in Europa, la lotta contro il servizio Telegram, popolare nella resistenza al Corona, è stata ora impegnata. Ora c’è persino la minaccia di un divieto.

Telegram è minacciato di estinzione?

Soprattutto in Austria e Germania, dove la protesta di Corona porta ogni giorno in piazza decine di migliaia di persone, i governi vogliono monitorare Telegram più da vicino e anche con modestia. Perché le manifestazioni e altre azioni di resistenza sono organizzate principalmente in gruppi su Telegram, alcuni dei quali hanno centinaia di migliaia di membri. Una spina nel fianco dei regimi e delle loro fantasie dittatoriali, certo. Gli argomenti omicidi “odio online” e “antisemitismo” vengono rapidamente affrontati al fine di rendere possibile un divieto. Questo potrebbe anche minacciare presto in tutta l’UE, compresa la sorveglianza totale delle comunicazioni digitali crittografate su questi e altri servizi.

Non va inoltre trascurato che il fondatore di Telegram Pawel Durov ha un passato losco e tra l’altro è membro degli Young Global Leaders del World Economic Forum.

Telegram è attualmente (parzialmente) bloccato nei seguenti paesi (secondo Wikipedia):



Source link

Lascia un commento

Leggi anche