0 4 minuti 11 mesi

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

Dozzine di manifestanti per il passaporto vaccinale hanno affollato una food court a New York City. Sebbene la corte abbia una politica solo vaccinata, ai manifestanti non è stato chiesto di fornire alcuna prova della vaccinazione.

Una folla di circa 60 persone ha preso il controllo dell’area del Food District allo Staten Island Mall sabato in una protesta contro il mandato di vaccinazione in tutta la città di New York. Un video condiviso da FreedomNewsTV mostra attivisti che inondano la food court senza alcuna resistenza da parte della sicurezza o del personale, nonostante un cartello all’ingresso avverte i commensali che devono essere vaccinati per entrare nel tribunale. I manifestanti poi procedono a prendere posto, rompendo di tanto in tanto in canti di “STATI UNITI D’AMERICA!” e “fanculo Joe Biden.”

FreedomNewsTV ha riferito che gli attivisti “mangiato per oltre 30 minuti” senza impedimenti prima di partire. Ad un certo punto, i manifestanti hanno cantato “Il mio corpo, la mia scelta”, e recitò il giuramento di fedeltà. I dipendenti del tribunale e gli altri visitatori sembravano non preoccuparsi del display.

Almeno un manifestante nel video potrebbe essere visto indossare una maglietta a tema QAnon, mentre un altro attivista sfoggiava una maglietta “Trump ha vinto”.

La scena era in netto contrasto con quella che si è svolta lunedì sera fuori da un ristorante italiano nell’Upper West Side di New York, dove tre donne del Texas sono state arrestate per aver aggredito una hostess che ha tentato di far rispettare le regole del pass per il vaccino.

Da metà agosto, i newyorkesi devono dimostrare di aver ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Covid-19 per cenare al chiuso. I residenti possono portare con sé una tessera vaccinale o mostrarne la copia digitale. Introducendo la politica, New York è diventata la prima grande città degli Stati Uniti a rendere la prova della vaccinazione un must per le persone che vogliono partecipare alla maggior parte delle attività indoor sotto il suo “Chiave per New York” programma.

Le restrizioni hanno suscitato aspre critiche da parte dei conservatori, ma anche dei sindacati dei lavoratori, sostenendo che le regole sono discriminatorie. In una vittoria per gli oppositori dei mandati, sabato una corte d’appello federale bloccato un mandato di vaccino contro il Covid-19 per i dipendenti delle scuole cittadine, in attesa di una decisione da parte di una giuria di tre giudici sulla sua legalità. Per nulla turbati dalla battuta d’arresto, i funzionari della città hanno affermato che si aspettano che il mandato, che richiede agli operatori scolastici di avere almeno una dose di vaccino contro il coronavirus entro lunedì, venga confermato e lo applicherà comunque.


Owen è affiancato dal comico di New York, Chrissie Mayr, che sta prendendo posizione contro il tirannia medica negli spettacoli comici.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche