Arizona AG avvia un’indagine sulle “irregolarità elettorali” della contea di Maricopa


L’ufficio del procuratore generale dell’Arizona ha avviato un’indagine sulle irregolarità nella gestione delle elezioni di medio termine da parte della contea di Maricopa.

L’unità per l’integrità elettorale di AG Mark Brnovich ha richiesto un rapporto completo sulle irregolarità ben pubblicizzate e ciò che afferma è una prova di “violazioni statutarie”.

La lettera, inviata sabato in tarda serata dall’Assistente AG Jennifer Wright all’avvocato della divisione civile della contea, Thomas Liddy, è una grande escalation sui problemi diffusi con tabulatori e stampanti per il votoche ha ritardato la dichiarazione di un vincitore nelle gare sottilissime nella corsa del procuratore generale e nella corsa al governatore.

La candidata governatore Kari Lake ha messo in dubbio la dichiarazione prematura dei media secondo cui la sua avversaria, la democratica Katie Hobbs, che non era esattamente popolare, ha vinto.

La lettera richiede a relazione completa su come macchina per il voto e stampante i problemi sono stati gestitiinsieme a una copia del verbale ufficiale di ogni seggio elettorale, nonché spiegazioni per eventuali discrepanze.

Wright ha anche chiesto che le prove vengano consegnate prima della certificazione del voto finale, prevista per il 28 novembre.

Queste lamentele vanno oltre la pura speculazione, ma includono resoconti di testimoni di prima mano che sollevano preoccupazioni in merito al legittimo rispetto da parte di Maricopa della legge elettorale dell’Arizona “, si legge nella lettera. “Inoltre, le dichiarazioni rilasciate sia dal presidente Gates che dal registratore Richer, insieme alle informazioni rilasciate dalla contea di Maricopa attraverso modalità di comunicazione ufficiali, appaiono per confermare potenziali violazioni statutarie del titolo 16.”

Tra le potenziali violazioni legali ci sono addetti ai sondaggi che danno istruzioni improprie agli elettori le cui tabulazioni elettorali sono state ritardate dalle questioni.

“Sembra che la contea di Maricopa non abbia aderito alle linee guida statutarie in materia di segregazione, conteggio, tabulazione, conteggio e trasporto delle schede ‘Door 3′”, ha scritto Wright. “In effetti, la contea di Maricopa ha ammesso che in alcuni seggi elettorali, le schede non tabulate ‘Porta 3’ erano mescolate con schede tabulate nel seggio elettorale.

“Inoltre, abbiamo ricevuto una denuncia giurata da un osservatore elettorale che lo indica più di 1700 schede elettorali non tabulate “Door 3” da un seggio elettorale sono state collocate in borsoni neri destinati ad essere utilizzati per schede elettorali”.



Source link

Lascia un commento Annulla risposta