0 3 minuti 1 settimana

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

“Non lo stai facendo! Non è nemmeno un pensiero! Non è così che va!” Grida l’avvocato di Sandy Hook durante l’interazione amichevole.

Il filmato del processo per danni per diffamazione al conduttore radiofonico e televisivo Alex Jones mostra i genitori della scuola di Sandy Hook che sparano alle vittime che si stringono la mano e si scambiano alcuni convenevoli con Jones prima che il loro avvocato lo interrompesse con rabbia per insultare Jones.

I giudici del Texas e del Connecticut hanno stabilito che Jones è responsabile per diffamazione per impostazione predefinita, sostenendo di non aver rispettato gli ordini del tribunale e di aver consegnato i documenti. Jones contesta questa sentenza, sostenendo che lui e la sua società di media Free Speech Systems si sono conformati alla scoperta.

In alcuni casi, i querelanti hanno richiesto backup cartacei di video a cui Jones avrebbe perso l’accesso quando il suo account YouTube è stato bandito nel 2018.

Nel filmato del processo per danni per diffamazione di martedì, si può vedere Scarlett Lewis, la madre di Sandy Hook, che offre a Jones una bottiglia d’acqua, che accetta, affermando: “Lo apprezzo”.

“Non è vero, mi scuso per oggi”, si è sentito dire Jones durante la conversazione parzialmente udibile.

Jones ha quindi stretto la mano a Lewis e al collega genitore Neil Heslin, a quel punto l’avvocato Wes Ball ha interrotto con rabbia il momento per gridare: “Ecco fatto, non stanno parlando con te. Non lo stai facendo! Non è nemmeno un pensiero! Non è così che va!”

“Perché, perché non puoi più dar loro da mangiare video falsi?” Jones ha risposto.

Ball poi ha urlato: “Chiudi la bocca”, spingendo Jones a rispondere, “è quello che stai cercando di fare, sparami alla bocca, ma non ci riuscirai mai”.

In risposta al commento, “Mio figlio è autistico”, Jones ha dichiarato: “Penso di essere autistico anche io, amico”.

Il processo per danni per diffamazione di Jones è stato esaminato sotto i riflettori di parte da molti giornalisti aziendali e personaggi pubblici politici.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche