0 2 minuti 1 settimana


Alex Jones aveva ragione: l’approvvigionamento idrico americano è contaminato da sostanze chimiche mortali, ha sottolineato il commentatore politico Michael Knowles.

“Metti un altro nichelino nel barattolo ‘Alex Jones era giusto'”, ha detto Knowles al “The Michael Knowles Show” venerdì.

“Si scopre che qualunque cosa stiano mettendo in acqua non è solo trasformare le rane del cazzo in gayma rappresenta un serio pericolo per la nostra salute”.

“E ora, all’improvviso, l’EPA lo sta ammettendo”, ha aggiunto, citando un recente consulenza sanitaria rilasciato dall’Agenzia per la protezione ambientale all’inizio di questa settimana.

Nell’avviso, l’EPA avverte che il gruppo di “sostanze chimiche per sempre” noto come PFAS è dannoso per l’uomo anche a livelli prossimi allo zero nell’approvvigionamento idrico.

“Le persone in prima linea nella contaminazione da PFAS hanno sofferto per troppo tempo”, ha affermato l’amministratore dell’EPA Michael Regan in una dichiarazione. “Ecco perché l’EPA sta intraprendendo un’azione aggressiva come parte di un approccio dell’intero governo per impedire che queste sostanze chimiche entrino nell’ambiente e per aiutare a proteggere le famiglie interessate da questa sfida pervasiva”.

I PFAS (sostanze per- e polifluoroalchiliche) sono utilizzati in padelle antiaderenti, abbigliamento sportivo idrorepellente, tappeti antimacchia, cosmetici e numerosi. altri prodotti di consumo. Le sostanze sono chiamate “chimiche per sempre” perché la loro composizione è così forte che non si degradano e rimanere nel flusso sanguigno di una persona a tempo indeterminato quando consumato.

Alex Jones ha avvertito per anni di queste e altre sostanze chimiche mortali nella rete idrica. Ad esempio, ecco un rapporto di gennaio 2020 che analizza i contaminanti PFAS e l’inosservanza del dovere dell’EPA di rimuoverli:


Forever Chemicals: l’EPA non avverte l’America da 20 anni


Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

Let's go Brandon Anti Biden Trump T-shirt

VISITA ORA



Source link

Lascia un commento

Leggi anche