0 4 minuti 2 settimane

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

Un adolescente attivista pro-vita è stato brutalmente aggredito mentre cercava di esortare gli elettori del Kansas a partecipare al referendum di martedì sulla legge sull’aborto.

Grace Hartsock, 18 anni, faceva volontariato con Students For Life e distribuiva pubblicazioni sul perché le persone dovrebbero sostenere le politiche pro-vita a Overland Park.

Dopo aver bussato a una porta, la donna ha detto a Hartsock: “no, mi dispiace, non penso che tu voglia parlare con noi”.

Quando la giovane attivista si voltò per andarsene, si sentiva un’altra donna urlare dall’interno dicendo: “Non scusarti con lei, mamma”.

TENDENZA: PERSONE MALATE E MALE: DC Media molesta e maltratta la madre del Texas Nicole Refitt dopo che suo marito è stato condannato a 7 anni per aver protestato fuori dal Campidoglio degli Stati Uniti il ​​6 gennaio

Secondo un rapporto di Fox Newsle cose a questo punto si sono intensificate in modo significativo.

“La donna, la cui identità è sconosciuta, avrebbe poi seguito Hartsock fuori di casa mentre la rimproverava. SFL afferma che la donna ha spinto Hartsock al petto e ha iniziato a colpire la testa con i pugni chiusi”, afferma il rapporto. «Hartsock ha resistito ai colpi finché la madre della donna non ha convinto la figlia a smettere. La donna ha continuato a urlare, tuttavia, dicendo a Hartsock “Spero che tu venga violentata” e “Spero che venga investito da un’auto”, dice SFL. “

Hartsock ha filmato la fine dell’incontro sul suo telefono, una volta terminato l’attacco. La donna potrebbe essere vista tornare a casa mentre la malediceva.

“Da quando è stata colpita, la studentessa soffre di mal di testa e dolori muscolari e Students for Life Action l’ha messa in contatto con un avvocato. Lei e Students for Life Action stanno valutando una risposta legale”. Lo ha detto a Fox la portavoce della SFL Kristi Hamrick.

Il presidente di Students for Life Action Kristan Hawkins ha rilasciato a dichiarazione dicendo che “la generazione pro-vita non sarà costretta al silenzio o alla paura” per l’attacco.

“Come riportato alla polizia, una donna adulta ha sfogato le sue frustrazioni per l’aborto su un adolescente che si è offerto volontario per far conoscere alla gente l’iniziativa del ballottaggio del Kansas. Questo avvicina “Summer of Rage” ai radicali dell’aborto”, ha detto Hawkins. “Ma la generazione per la vita non sarà costretta al silenzio o alla paura a causa dei radicali pro-abortisti che non mostrano alcun rispetto per la vita, dentro o fuori il grembo materno, e nessun rispetto per i diritti di libertà di parola dei loro concittadini”.

Oggi gli elettori del Kansas stanno votando sull’emendamento “Value Them Both”, che “affermerebbe che non esiste il diritto costituzionale del Kansas all’aborto o di richiedere il finanziamento del governo per l’aborto, e riserverebbe al popolo del Kansas, attraverso i suoi legislatori statali eletti, il diritto di approvare leggi per regolamentare l’aborto, incluso, ma non limitato a, in circostanze di gravidanza derivanti da stupro o incesto, o quando necessario per salvare la vita della madre.

Fox osserva che, se approvato, il Kansas sarà il primo stato a votare sull’accesso all’aborto dal ribaltamento di Roe v. Wade a giugno.

Hartsock ha presentato una denuncia al dipartimento di polizia di Leewood.

“È insondabile che il movimento pro-choice affermi di essere ‘pro-donna’ e tuttavia attacchi le donne che non sono d’accordo con la loro narrativa”, ha detto Hartsock dell’attacco. “Non mi sorprende che una persona che sostiene la violenza nel grembo materno non esiterebbe ad attaccare una donna pro-vita come me”.

Hartsock ha ripreso a bussare alla porta.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche